Storia dell'arte contemporanea - Il quadro astratto nel 900. Questioni e discussioni

Settore scientifico disciplinare: 

L-ART/03 - Storia Dell'Arte Contemporanea

Data inizio: 
Mercoledì, 20 Febbraio 2019
Data fine: 
Venerdì, 17 Maggio 2019
Ore totali: 
40
Ore totali docenti responsabili: 
40
MODALITA' DELL'ESAME
Relazione di seminario
PREREQUISITI E ANNI DI CORSO PER CUI E' CONSIGLIATO

Il corso è pensato per gli studenti dei corsi di PhD. Ma è caldamente consigliato anche agli studenti del corso ordinario che abbiano scelto la Storia dell'Arte come disciplina di riferimento.

Programma

Scopo del corso è quello di interrogare alcuni quadri astratti del Novecento, in una estensione cronologica estesa dal secondo decennio fino agli inoltrati anni Settanta. Perché gli artisti li hanno dipinti? Cosa sappiamo delle loro intenzioni? Come vanno guardati, interpretati, giudicati? E come sono stati esposti? Chi li ha acquistati, e perché? In che modo questi quadri hanno stabilito il canone della pittura del XX secolo? Il tema conduttore del corso sarà la lettura di testi: sia quelli degli artisti che hanno raccontato le loro intenzioni creative; sia quelli dei critici militanti, che hanno di volta in volta sostenuto o avversato la scelta di rinunciare alla figurazione.

Riferimenti bibliografici

Per gli inizi dell'astrazione pittorica una sintesi ordinata è rappresentata del catalogo della mostra Inventing Abstraction 1910-1925. How a Radical Idea Changed Modern Art, a cura di L.Dickerman, New York, The Museum of Modern Art 2012. Un primo utile approccio saggistico è rappresentato dal libro di Georges Roque, Che cos'è l'arte astratta? Una storia dell'astrazione in pittura, 1860-1960, Roma, Donzelli 2004. La bibliografia di riferimento sarà via via fornita nel corso delle lezioni.