Bando per l’assegnazione del premio di laurea "Carlo Azeglio Ciampi"

La Scuola Normale Superiore (SNS) bandisce un Premio di laurea finanziato dalla Fondazione Livorno e intitolato al Presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Possono concorrere all’assegnazione del Premio coloro che hanno conseguito la laurea magistrale, o titolo equipollente, da non oltre due anni con una tesi in una delle seguenti discipline:

  1. filosofia;
  2. letteratura e filologia moderna, linguistica;
  3. storia antica e filologia classica;
  4. storia dell’arte e archeologia;
  5. storia e paleografia.

A parità di merito, costituisce titolo preferenziale essere residenti da almeno due anni nella provincia di Livorno.

L’importo lordo del Premio ammonta a euro 7.000 lordi; tale importo:

  • è assoggettato ad IRPEF con ritenuta alla fonte del 25% in base all'art. 30, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n.  600;
  • non rileva ai fini della formazione della base imponibile IRAP;
  • non è soggetto a contribuzione previdenziale e/o assicurativa;
  • costituisce reddito diverso;
  • può essere certificato con certificazione libera e deve essere inserito nel modello 770 ordinario.

Per poter partecipare al Premio occorre aver conseguito la laurea magistrale, o titolo equipollente, presso una università italiana o straniera da non oltre due anni rispetto alla data di scadenza per la presentazione della domanda sotto indicata.

La domanda, redatta utilizzando esclusivamente il modello allegato sub lett. A), deve essere indirizzata al Direttore della SNS e deve pervenire entro il termine ultimo del 14 febbraio 2020.

La domanda deve essere sottoscritta dal candidato.

La domanda e i relativi allegati devono essere trasmessi esclusivamente per posta elettronica e in formato PDF, all’indirizzo segreteria.studenti@sns.it.

Il ritardo nell’arrivo della domanda, qualunque ne sia la causa, anche se la spedizione risultasse effettuata entro il termine previsto, comporterà la non ammissione al concorso.

Ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, il candidato dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità:

  1. nome, cognome, luogo e data di nascita;
  2. la cittadinanza;
  3. l’indirizzo di residenza degli ultimi cinque anni;
  4. il possesso della laurea magistrale o titolo equipollente, la data di conseguimento e la sede universitaria;
  5. il domicilio (ove diverso dalla residenza), il numero telefonico e l’indirizzo e-mail ai quali poter ricevere le comunicazioni relative al concorso.

 Il candidato dovrà inoltre dichiarare:

  • di accettare ogni norma prevista dal presente Bando;
  • di essere informato, ai sensi e per gli effetti del Regolamento europeo 2016/79 in materia di protezione dei dati personali, che i dati personali raccolti sono necessari per il corretto svolgimento del concorso e saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito della procedura di selezione in oggetto e per la quale i dati vengono forniti.

Alla domanda il concorrente dovrà allegare:

  1. copia della tesi di laurea magistrale o titolo equipollente;
  2. certificato di laurea con l’elenco degli esami sostenuti e relative votazioni;
  3. eventuali lavori scientifici pubblicati o i manoscritti non ancora pubblicati;
  4. ogni altro titolo che il concorrente ritenga utile presentare agli effetti del Premio;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità;

e, solo per i cittadini dei Paesi non appartenenti all’Unione Europea:

  1. certificato attestante il titolo di studio conseguito, con l’indicazione della sede, della data di conseguimento e della relativa votazione. Il certificato dovrà essere tradotto in lingua italiana con eccezione dei titoli presentati in lingua francese, inglese, spagnola e tedesca.

La Commissione giudicatrice è composta dal Direttore della SNS o da un suo delegato, che la presiede, e da altri quattro docenti scelti tra i professori della SNS o di altre istituzioni universitarie.

La Commissione valuterà i concorrenti sulla base della tesi di laurea magistrale e degli altri documenti eventualmente presentati.

La Commissione concluderà i propri lavori indicativamente entro il termine del 31 marzo 2020.

La Commissione potrà non assegnare il Premio, qualora ritenga che nessuno dei concorrenti sia meritevole.

La liquidazione dell’importo del Premio avverrà in un'unica soluzione.